2017 - Anno dei Borghi d’Italia

Il 2017 si apre con prospettive di grande respiro per il sistema dei piccoli Borghi Italiani.
Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha firmato la direttiva che indice per il 2017 “l’Anno dei Borghi in Italia” per valorizzare il patrimonio artistico, naturale e umano di luoghi definiti nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo come una componente determinante dell’offerta culturale e turistica del Paese.
La direttiva costituisce il Comitato per i Borghi turistici italiani e avvia l’elaborazione di linee guida e modelli per favorire l’organizzazione di un Forum Nazionale sui Borghi, realizzare l’ ”Atlante dei Borghi d’Italia” e lanciare il riconoscimento annuale di borgo smart per la comunità locale dimostratasi più attiva nell’ambito dell’innovazione dell’offerta turistica.
“I borghi che costellano il territorio delle nostre regioni – ha dichiarato il Ministro Franceschini - ricchi di storia, cultura e tradizioni, sono il cardine per la crescita di un turismo sostenibile, capace di creare autentiche esperienze per i visitatori e di permettere lo sviluppo armonico delle comunità che vi vivono. L’Anno dei Borghi sarà un momento importante per promuovere queste realtà che tanto contribuiscono alla qualità della vita nel nostro Paese”.
La Direttiva che prevede la costituzione del Comitato di Coordinamento per i Borghi turistici italiani (al di sotto dei 5000 abitanti), promuove un processo partecipato per individuare buone pratiche e costruire politiche integrate di valorizzazione.
La Direttiva fa inoltre diretto riferimento al progetto interregionale "Borghi-Viaggio italiano" che vede la Regione Emilia Romagna quale capofila di un articolato progetto di valorizzazione a livello nazionale e internazionale di circa 800 tra borghi storici e località legate a illustri personaggi della cultura italiana. Il progetto coinvolge al momento 14 Regioni (Piemonte, Friuli VG, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sardegna, Sicilia) con capofila la Regione Emilia Romagna (altre 3 Regioni stanno per aderire).
Una cosi diretta attenzione diviene fattore importante e consegna importanti responsabilità.
Autenticità, bellezza, comunità locali, turismo lento, patrimoni naturalistici e beni storici divengono temi dominanti anche per l’intero sistema paese.
Non va dimenticato che il 2017 è stato dichiarato dall’ Onu l’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile.
L’obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita e dell’ambiente a partire da una rinnovata attitudine a considerare il turismo (turista e ospite) motivo di crescita culturale e di rispetto dei luoghi, degli ambienti e delle persone.




Newsletter

Ultime News

Categoria: News
Escursione tematica dal borgo di Ascrea ai ruderi di Mirandella All’interno della Riserva Naturale dei Monti Navegna e Cervia - Eros e Farfalla, il soffio dell’anima


Una storia antica ci accompagna alla scoperta del mistero, della bellezza e del.....


Categoria: News
Trekking sugli Appennini dell’alta Sabina


Escursione dalla Forca di Vallecupola al Monte Navegna (m. 1508) - 15 maggio 202.....


Categoria: News
PROGETTO FORMATIVO - corso di apicoltura ed un seminario tecnico


CON DETERMINAZIONE NUMERO 49 /2021 IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE RICHIES.....


Categoria: News
Laboratorio di Macrofotografia dedicato alle Orchidee spontanee


COSA FAREMO: Nel territorio della Riserva Naturale Regionale dei Monti Navegna e.....


Back to Top